Riflessioni sui questionari dei miei nativi digitali

Anche quest’anno ho chiesto alle mie classi del Liceo Linguistico di rispondere ad un questionario (Google Form) per poter programmare al meglio l’azione didattica e avere una visione chiara dei loro bisogni, aspettative e mezzi a disposizione. In questo post vorrei soffermarmi solo sulle risposte che riguardano l’approccio e l’utilizzo del digitale e dei media in quanto ho notato un’evoluzione rispetto agli anni passati ma anche differenze tra le varie classi.

DISPOSITIVI DIGITALI: Mentre anni fa attuare il BYOD (Bring Your Own Device = Porta a scuola il tuo dispositivo) era impensabile poiché pochi studenti possedevano un tablet, oggi la difficoltà risiede principalmente nella velocità di connessione della rete scolastica. Tuttavia alcuni studenti possono essere autonomi con connessione e lavorando a gruppi e con gli smartphone si potrà lavorare in classe, a gruppi, molto meglio che in passato. Spero 😉 

In quartaIn quinta ormai molti studenti sono in grado di portare il loro device.

ACCESSO A FILM IN LINGUA ORIGINALE Questo capitolo, che ho introdotto quest’anno, è davvero una finestra sul mondo giovanile. Mi sono resa conto che tanti studenti guardano SERIE (TV series) televisive su Netflix. Oggi le serie hanno sostituito, anche per me, molti telefilm e altri programmi che si seguivano in passato. Le serie più viste andrebbero usate in classe, approfondite e discusse perché spesso basate su problematiche delicate come il suicidio e il cyberbullismo- 13 Reasons Why – https://www.wired.it/play/televisione/2017/03/31/cose-da-sapere-tredici/. E’ inutile limitarsi ad informare e informarsi sul cyberbulling e ignorare l’universo televisivo dei ragazzi.  Questa serie me la sono vista tutta in quanto mi sentivo in dovere di “capire” dopo che le ragazze me l’avevano raccomandata. Mi chiedo se i genitori l’abbiano vista con i loro figli/e e ne abbiano parlato. Intendo fare un modulo e relativo post sulle Tv series in futuro.

Il fatto che l’87% della classe guardi i film in lingua originale e che utilizzino Netflix o Sky, offre tantissimi spunti dal punto di vista didattico. In passato, quasi nessuno studente aveva accesso ai film in inglese a meno che non acquistasse le videocassette (parlo di 20 anni fa) o in seguito i DVD (10 anni fa). Allora ho organizzato per anni il CINEFORUM IN INGLESE a scuola ed era un grande successo con 80 iscritti.  Era bello passare il primo pomeriggio tutti insieme in Auditorium (con le sedie dure e che scricchiolavano e il DVD che una volta si inceppò proprio alla fine del film!), mentre fuori pioveva. L’appuntamento era diventato un momento “social” molto sereno. Oggi, la qualità di visione e dell’ audio a scuola (il proiettore è sempre lo stesso) è nettamente inferiore a quella che i ragazzi hanno a casa o nelle sale cinematografiche che frequentano, quindi è il caso di fare un’azione diversa. 

In quarta In quinta ( sebbene 4 studenti affermino di NON guardare film in lingua originale) il piechart appare diverso. L’utilizzo di Netflix è maggiore in terza.

SOCIAL NETWORKS: Qui si apre un mondo. I social Network dei Liceali, realtà che conosco, non sono più FB ma Instagram, Snapchat, Twitter. Fa piacere vedere che solo una utilizza Ask che tanti problemi ha creato in passato. In terza quindi pochissimo uso di FB che aumenta con l’aumentare dell’età degli studenti. Lascio un’analisi approfondita del fenomeno agli esperti e sociologi. Questo articolo abbastanza recente di Wired “I social network in Italia: Facebook regna ma i giovani guardano altrove è interessante.In quarta
in Quinta

Riguardo all’utilizzo del digitale IN TERZA

IN QUARTA e QUINTA dove abbiamo lavorato insieme si considerano più competenti (in scala 4 su 5) Interessante notare come molti studenti non si siano ricordati di avere usato in passato alcune app come Powtoon, Fotobabble  e Blendspace 😉 

Infine gli ultimi Screenshots sono self explanatory. L’entusiasmo e la curiosità degli adolescenti, chechhè ne dicano, c’è ancora e l’entusiasmo ( ai commenti che non pubblico ma che recitano “Non vedo l’ora di iniziare” “Adoro usare le tecnologie” Sono curiosa” “E’ bello poter interagire con la prof” ? forse che non è cosa normale?) è alto. Adesso sta a me non deludere le aspettative e impegnarmi a dare il meglio per veicolare contenuti profondi di letteratura e attualità in Lingua2 usando il digitale ma sempre  assecondando i loro interessi e promuovendo la creatività.

In quarta questa è la rispostaIn quinta il rifiuto è stato motivato col tempo domestico che per alcuni richiede. Per alcuni studenti, è un dato di fatto, la lezione tradizionale è più facile e comoda. 

Ringrazio ogli studenti che hanno risposto puntuali ai questionari e che mi supportano sempre con affetto ed entusiasmo. Pubblico i vostri commenti che credo siano utili anche a voi e mi hanno reso felice e MOTIVATA! Thanks

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *