Video PRESENTATIONS BY STUDENTS

A conclusione dell’attività Students as Teachers vorrei condividere i video più riusciti  e fare alcune riflessioni sul lavoro svolto. Procedo in italiano in quanto discorso di metodologia-didattica utile a colleghi di altre materie e genitori, da cui spererei sempre di ricevere un commento o un qualche riscontro.

  • Moltissimi studenti, pur essendo il compito stato assegnato a fine maggio scorso, quindi più di 3 mesi fa, hanno aspettato l’ultimo minuto per svolgere il lavoro, dovendo così affrontare difficoltà tecniche che, se affrontate per tempo, sarebbero state risolte con estrema facilità e non avrebbero obbligato a presentare lavori superficiali e frettolosi. Spero che abbiano imparato ad organizzarsi meglio per affrontare le prove e gli esami futuri. 😉 “Errare humanum est, perseverare haute diabolicum!”
  • Nonostante i miei due videotutorial sull’uso di possibili applicazioni screen capture (applicazione web gratuita di facile utilizzo che permette di registrare tutto ciò che succede sul nostro schermo), scelte non a caso ma per la loro facilità d’uso, sicurezza e qualità dei risultati, per alcuni studenti è ancora difficile seguire le istruzioni con attenzione, preferendo invece percorrere strade diverse che hanno poi complicato la vita loro – cercando di caricare su Padlet prodotti troppo pesanti o di scarsa qualità – e la mia – ricevendo pesanti video inviati via mail!
  • Nei video che ho guardato ho scoperto, con mia grande sorpresa, che molto spazio è stato dedicato alla BIOGRAFIA dell’autore più che all’OPERA che è invece ciò che trattiamo maggiormente in classe. Pochi inoltre hanno aggiunto commenti personali, – pensiero critico – che ora hanno compreso dovranno inserire la prossima volta. 🙂
  • Nella scheda di AUTOVALUTAZIONE che allego – SELF ASSESSMENT CHECKLIST VIDEOS- generalmente gli studenti sono stati lucidissimi nell’evidenziare i punti di forza e i difetti del loro video, nonchè le strategie utili per migliorare. Alcune studentesse, autrici di lavori eccellenti, tendono a sottovalutarsi ( per umiltà e perfezionismo che porta a volersi migliorare) mentre altre/i – i cui lavori risultano non sempre comprensibili per errori di morfo-sintassi e pronuncia – non sono in grado di auto-valutarsi oggettivamente e quindi in tal modo fanno fatica a correggersi  e progredire. Ancora una volta mi sono resa conto di quanto sia importante il MINDSET o ATTEGGIAMENTO MENTALE per migliorare e sapere accettare la critica costruttiva. L’unico modo per migliorare nelle lingue straniere è facendo esercizio quotidiano. Practice makes it perfect! Non ci sono scuse nè alibi.  Se non si legge anche durante l’estate, non si studiano i vocaboli, si scrive tanto, si prendono appunti, si memorizzano le correzioni, si fanno esercizi laddove si sbaglia, prima o poi i nodi vengono al pettine e ciò che era accettato nel biennio, non è più accettabile negli ultimi anni di un Liceo Linguistico. C’è una regola imprescindibile nella valutazione di un compito in Lingua2: il messaggio deve essere comprensibile, per forma e pronuncia. Altrimenti  la comunicazione non avviene. Ho la fortuna di avere una lettrice madrelingua in classe per un’ora alla settimana e quindi posso condividere con lei i dubbi. Il video si può fermare, tornare indietro, riascoltare. Come l'”instant replay” negli sport, utile agli atleti per migliorare e agli arbitri per evitare errori. Ricordiamoci sempre che l’insegnante gioisce nel gratificare e dare bei voti, non certo nel dare insufficienze e valutare negativamente!  E’ stato un grande lavoro per me guardare con attenzione 50 video, annotarmi pregi ed errori per poi fare in classe error analysis ( scheda delle parole con errata pronuncia o forma condivisa su Google Drive), leggere la loro scheda di “autovalutazione” e aggiungere i miei commenti e la mia valutazione. Sono state tante le ore alla scrivania ma ne è valsa la pena perché credo, e mi hanno riferito, hanno  imparato molto: ad essere precise/i nella dizione, pronuncia, intonazione, a selezionare i contenuti importanti, a spiegarli con chiarezza, a scegliere immagini, a creare una video presentazione che rientra nelle competenze digitali Europee richieste e riflettere sul loro lavoro. Cosa avete imparato? Cosa vi è piaciuto di più e di meno? Scrivetelo nel commento sotto.  E sempre a proposito di valutazione …
  • nell’attività era stato richiesto agli studenti di guardare uno o più video dei compagni e scrivere un commento “costruttivo”. Interessante notare che molti non hanno guardato e commentato i video dei compagni, alcuni commenti sono stati onesti, costruttivi e basati sulla reale visione del video – sebbene spesso dati alle “amiche” più vicine 😉 – altri sono stati scritti per puro cameratismo ( spiace dirlo ma è così). So bene che è difficile criticare in modo costruttivo e ancora più accettare le critiche dagli altri ( sebbene si ripeta sempre che è il prodotto che è valutato e non la persona) ma è solo in questo modo che si “cresce” come persone e come cittadini del mondo. Insegnare il PENSIERO CRITICO, la comunicazione non violenta è educare alla libertà e alla difesa della stessa. 

Condivido ora alcuni video che ritengo eccellenti, sebbene questo fosse il primo esperimento di questa attività. TUTTI I VIDEO coi commenti sono visibili in questo PADLET.

3CLIN now 4CLIN: Shakespeare by Lisa

Hamlet by Aurora:

Jonathan Swift by Sara

Keats: the supernova of English Romanticism by Giulia

Differences between Italian and English Romanticism by Gaia & Margherita

Wordsworth by Jessica

Wordsworth and Nature by Ambra:

Shelley and the free spirit of Nature by Alessia 

The poem Daffodils by Lorena

 Grazie a tutti!

cimy

32 thoughts on “Video PRESENTATIONS BY STUDENTS

  1. Sicuramente per molte persone le presentazioni saranno utili. Quello che mi è piaciuto di questo lavoro infatti, è stata proprio la convinzione di fare qualcosa di utile per qualcun altro. Ciò, in casi come questo, può essere molto stimolante. La parte peggiore, per quanto mi riguarda, è stata la registrazione perché è necessario prestare attenzione a molte cose come l’intonazione della voce e la pronuncia.
    Lisa

  2. Ho imparato ad avere più padronanza nella mia voce e a stare più concretata su quello che sto facendo. Mi è piaciuto molto il fatto di potermi riascoltare e quindi riprovare

  3. Penso che questa attività sia stata molto interessante e utile. È stato un ottimo modo per ripassare un argomento e rendere lo studio più stimolante anche per gli altri che guarderanno i video. Inoltre, è stato molto utile anche per capire cosa significa realizzare un video e registrarsi, il che a mio parere è stata la parte più difficile perché sono molto insicura sulla mia pronuncia. Questo mi ha aiutato a capire dove sbaglio e come migliorare.

  4. Mi spaventava l’idea di dover registrare la mia voce e soprattutto condividere con gli altri il mio video perché non mi è mai piaciuta la mia voce e soprattutto ero convinta di avere delle difficoltà a pronunciare alcune parole, ma questo lavoro è stato davvero interessante. Mi ha aiutata a capire in quali parti potevo migliorare e mi ha “costretta” a riprovare più volte fino ad essere soddisfatta. Inoltre sono d’accordo con Lisa, l’idea di poter aiutare qualcun altro a studiare l’argomento è molto stimolante. Bello condividere e aiutarsi a vicenda in questo modo!

  5. Questa attività mi è stata molto utile per ripassare il programma dello scorso anno in una maniera inusuale e più coinvolgente rispetto ad una lezione frontale e allo stesso tempo mi è piaciuto svolgerla! Il programma che ho utilizzato era molto semplice e intuitivo ed è stato davvero soddisfacente vedere il prodotto finito.
    L’attività in sè ha avuto da parte mia un riscontro molto positivo, l’unico aspetto negativo che mi sento di menzionare sono gli ostacoli che può metterci davanti la tecnologia quando non sempre funziona nella maniera adeguata rallentando quindi il lavoro.

  6. Io penso che questa attività è stata molto utile per ripassare gli argomenti di letteratura svolti lo scorso anno. Ci ha dato la possibilità di allenarci sulla pronuncia che può essere una difficoltà da superare. Nel mio caso mi sono messa in gioco facendo di tutto per svolgere al meglio la mia presentazione e la registrazione della mia voce esponendo con chiarezza quello che dovevo dire e ripassando la pronuncia.

  7. Personalmente ho apprezzato molto l’attività svolta. Ha sicuramente richiesto un grande impegno, ma il risultato è stato parecchio soddisfacente.
    Particolare attenzione è stata richiesta nella scelta dei contenuti da presentare, nel rendere chiara la loro esposizione mediante il supporto di slides e soprattutto nella cura della pronuncia. Davvero molto utile l’esercizio di registrare, ascoltare e correggere.

  8. Questa attività è stata interessante e utile perché mi ha aiutato a ripassare gli argomenti fatti lo scorso anno. È stata, almeno per me, difficoltosa la fase di registrazione perché ho dovuto ripetere diverse volte le stesse parti che non mi convinceva o.

  9. Preparare il video non è stato sicuramente facile, perché era necessario selezionare i contenuti da esporre in modo che il video fosse esaustivo ma non noioso, avere una pronuncia chiara e comprensibile e il tono di voce doveva essere coinvolgente. A mio avviso, la parte più difficile è stata la registrazione: ho dovuto registrare il video più volte perché non ero mai soddisfatta della pronuncia oppure sbagliavo continuamente alcuni termini. Inoltre, sono stati fondamentali sia i commenti dei compagni che la scheda di autovalutazione perché mi hanno dato spunti per migliorare.
    Come già detto da Lisa e Beatrice, sono contenta che il mio video possa essere d’aiuto per altre persone!
    In conlcusione, questa attività mi ha aiutata a migliore la pronuncia e mi è stata utile per ripassare argomenti di letteratura.

  10. Ho apprezzato molto quest’attività e l’ho trovata utile.
    La parte più difficile è stata la registrazione, in quanto, personalmente, l’dea di registrami e condividere un video dove c’è la mia voce, mi mette a disagio. Dall’altra parte però, il fatto di realizzare un contenuto che potesse aiutare gli altri mi ha stimolata molto e l’ho fatto con piacere. Mi ha permesso di ripassare gli argomenti di letteratura svolti durante l’anno e migliorare la pronuncia.

  11. Penso che questo tipo di attività, che personalmente non avevo mai sperimentato prima, sia una novità non solo interessante ma anche molto utile. Creare questo video mi ha infatti portato a ripassare alcuni argomenti che non erano così freschi nella mia memoria e imparare delle nuove informazioni che sul libro non erano riportate. Ovviamente è di grande aiuto per tutti noi che studiamo letteratura inglese, perché avendo una vasta gamma di video riguardanti diversi argomenti, sarà un modo originale per approfondirli e probabilmente apprezzarli ancora di più.
    Anche per me la registrazione del video non è stata una passeggiata, perché spesso sbagliavo pronuncia o facevo errori grammaticali e volevo ricominciare. Una volta finito riascoltare la mia voce mi metteva in imbarazzo, ma è una cosa che devo superare.
    La parte migliore è stata guardare il risultato finale ed esserne stata fiera perché potrà risultare utile a chi lo guarderà. E’ stato soddisfacente perché dopo aver provato e riprovato sono riuscita a ottenere il risultato che volevo, che è anche quello che ho imparato. Se una cosa non riesce subito come si vuole, non bisogna scoraggiarsi ma, anzi, continuare per riuscirci.

    • Sono d’accordo con Paola, é stata per tutti una novitá e questa ha portato quindi ai più svariati errori, ma l’idea di poter essere utile a qualcun altro é fantastica. Quest’esperimento ci ha sicuramente aiutato a ripassare argomenti già affrontati durante l’anno, approfondirli di più, e farli un po’ più propri grazie al continuo ripetersi delle registrazioni.
      Personalmente ho avuto un po’ di difficoltà con il caricamento del video perché ho utilizzato un metodo che non era quello consigliato, quindi consiglio a tutti di seguire i suggerimenti della Prof per avere risultati migliori e di non vergognarsi della propria voce o pronuncia!!

  12. L’attività svolta mi ha permesso di rinfrescarmi un pò la memoria dei argomenti svolti l’anno scorso, che durante l’estate avevo dimenticato. Penso che questo tipo di attività ci faccia rendere conto dei aspetti in cui dobbiamo migliorare, per esempio nel mio caso ho notato di avere delle carenze nell’ambito tecnologico, e per colmare queste lacune sicuramente dovrò mettermi in gioco ancora di più nell’ utilizzo delle applicazioni proposte.

  13. Trovo l’attività utile per il fatto di poter ripassare gli argomenti studiati precedentemente e credo che i video possano essere utilizzati anche da coloro che non hanno ancora affrontato determinati autori o periodi storici. Non amo registrarmi e condividere i miei video con gli altri.

  14. Penso che quest’attività sia stata utile proprio perché oltre ad averci permesso di rivedere e ripassare gli argomenti trattati l’anno scorso, ci ha fatto capire gli aspetti in cui andiamo bene e quelli in cui c’è da migliorare qualcosa. Ciò che mi piace di più di questo tipo di attività è la possibilità che abbiamo di registrare la parte e poi riascoltarla per vedere se sia da rifare o meno e quindi così da migliorare la propria insicurezza sull’intonazione e la pronuncia.

  15. Questa attività è stata davvero utile e mi ha aiutata a capire in quali campi migliorarmi, ovvero nella pronuncia e nel campo tecnologico. Nonostante quest’ultima carenza mi sono impegnata il più possibile per svolgere al meglio la presentazione ed il risultato è stato abbastanza soddisfacente. Preparare il video non è stato sicuramente facile, per via degli antivirus presenti nel mio computer che mi limitavano l’uso delle applicazioni proposte da lei. Fortunatamente con altre app son riuscita a portare a termine il compito assegnato.

  16. Metodo interessante e divertente per ripassare, studiare e far imparare le persone!
    Sicuramente utile per migliorare la pronuncia, la lingua, la grammatica e le capacità espositive di un argomento scelto.

  17. L’attività è stata davvero utile e mi ha aiutata a capire in quali campi migliorarmi ovvero nella pronuncia e nel campo tecnologico. Nonostante quest’ultima carenza mi sono impegnata il più possibile per svolgere al meglio la presentazione ed il risultato è stato abbastanza soddisfacente. Preparare il video non è stato sicuramente facile, per via degli antivirus presenti nel mio computer che mi limitavano l’uso delle applicazioni proposte da lei. Fortunatamente con l’utilizzo di altre app sono riuscita a portare al termine il compito assegnato.

  18. This was a very interesting activity. It made me revise before the beginning of the year both a subject of literature and the pronunciation and vocabulary of the English language. At the beginning I found some problems with the use of some technological devices since it was the first time I used them, but then I was surprised by the result! I am also very pleased to do this activity because I know that it can be useful for younger students too!
    Sabrina

  19. Ho apprezzato particolarmente l’attività svolta che ha permesso a tutti noi di ripassare il programma eseguito durante l’anno precedente attraverso la visione dei video dei compagni. Lo svolgimento del video ha richiesto grande impegno, ma mi ha permesso di uscire dalla mia comfort zone e di superare quel disagio iniziale nella registrazione della mia voce. È un’attività che ci ha visto coinvolti nello sviluppo di varie competenze, a partire dalla conoscenza della lingua fino all’utilizzo di supporti tecnologici, ancora mai sperimentati. È un esercizio che sicuramente mi piacerebbe ripetere nel corso dell’anno e che permetterà a tutti di guadagnare sempre maggiore fiducia in se stessi e acquisire aspirazione nel migliorarsi sempre di più.

  20. Sentire la mia voce in un video in cui spiegavo dei contenuti didattici in una lingua non mia ha fatto un certo effetto all’inizio, ma sono davvero soddisfatta del lavoro finito. Spero che il video mio e della mia compagna Gaia sarà utile a qualche studente nel futuro che si troverà a studiare il Romanticismo inglese. Inoltre, l’attività in generale mi ha permesso di ripassare tutto il programma dell’anno scorso senza fatica, in maniera diversa dai consueti libri e mi ha fatto comprendere quanto l’intonazione della voce sia importante per veicolare un messaggio in modo efficace.

  21. È stato interessante fare questo lavoro, per ripassare il programma dell’anno scorso e in particolare perché mi piace molto realizzare video. La parte più difficile è stata probabilmente registrarmi sapendo che altre persone mi avrebbero ascoltata, ma per il resto è stata una bella esperienza.

  22. Questa è sicuramente stata un’attività nuova per me. All’inizio mi spaventata molto il dovermi registrare dato che non sono abituata a sentire la mia voce. È stato invece molto utile per capire gli errori di pronuncia e poi riuscire ad autocorreggermi. Penso anche che sia un metodo di ripasso innovativo, stimolante e anche piacevole. Il poter essere libera di scegliere un argomento a piacere da ripassare e approfondire ha reso il lavoro più leggero, ma non superficiale, dato che non c’era stata nessuna imposizione. Sono molto soddisfatta del mio lavoro finito e sono contenta di essere riuscita a fare una buona autovalutazione, dato che sono riuscita a capire da sola cosa può essere migliorato. Spero che il mio lavoro possa essere utile per altri.
    Elena

  23. Questo lavoro mi è piaciuto molto e trovo sia stato utile sopratutto da un punto di vista tecnologico. Non sono molto brava nel campo della tecnologia, ma realizzando questo video e registrandolo penso di essere sicuramente migliorata. Inoltre è stato un modo carino per ripassare le attività svolte l’anno scorso. Anche per me la parte più difficile è stata registrarmi sapendo che qualcuno poi mi avrebbe ascoltata. Tutto sommato sono fiera e soddisfatta del mio lavoro.

  24. All’inizio il lavoro mi ha un po’ spaventata perché credevo che l’app da utilizzare fosse molto più complicata e richiedesse delle adeguate competenze e inoltre, siccome non mi piace riascoltare la mia voce registrata, non mi entusiasmava il fatto che gli altri potessero ascoltare ciò che dicevo, anche se non ha molto senso dato che mi sentono ogni giorno parlare. Superato quindi questo mio timore, il lavoro di registrazione è stato tutto sommato facile e veloce e sicuramente la prossima volta andrà meglio. Sono contenta di aver fatto questo lavoro, perché è diverso dal solito e non è una semplice presentazione o testo, ma un attività che mi ha permesso di mettere in gioco diverse competenze. Anche la scheda di autovalutazione mi ha dato delle grandi soddisfazioni perché sono riuscita a giudicarmi più o meno come ha fatto in seguito la prof.
    Spero infine che il mio video possa essere utile per altri ragazzi.
    Anna

  25. Quest’attività mi è piaciuta perché ho potuto ripassare gli autori fatti l’anno scorso attraverso un metodo innovativo e divertente allo stesso tempo.
    Mi ha permesso inoltre di esercitarmi sulla pronuncia e migliorare la fluidità acquisendo maggiore sicurezza.

  26. Ritengo che sia una attivitá utile sia per chi crea il video sia per chi lo guarda. Ha permesso di ripassare gli argomenti di letteratura svolti durante lo scorso anno in modo stimolante e innovativo e allo stesso tempo mi é servito per migliorarmi nella pronuncia e nell’intonazione. Trovo che sia un metodo efficace per rendere piú piacevole l’apprendimento e penso che sarebbe utile continuare ad usarlo

  27. L’ho trovato un buon metodo di ripasso del programma svolto l’anno scorso e mi è piaciuto il lavoro, soprattutto perché sono stata libera di scegliere l’argomento, cosa che mi ha stimolato molto nel realizzarlo, impegnandomi il più possibile. Ho trovato qualche difficoltà solo con la registrazione, per il resto è stato facile e il video tutorial mi ha aiutato sicuramente. Grazie alla scheda di autovalutazione mi sono resa conto da sola dei miei errori e ho riflettuto su quello che poteva essere migliorato. Infine spero che il mio lavoro sia utile a qualche studente in futuro!
    Alessia

  28. Questa attività è stata tanto challenging quanto utile e soddisfacente, molto stimolante l’idea che i video creati servano in futuro ad altri studenti come me! È stato molto utile per comprendere a pieno e migliorare la pronuncia, il tono e la chiarezza delle parole, oltre all’abilità di realizzare un video in sé. Metodo efficace anche per ripassare gli argomenti in modo innovativo. Sicuramente necessario munirsi di tempo e pazienza, ma hard work pays off!

  29. RAGAZZE E RAGAZZI; GRAZIE!! Direi che come primo esperimento – sempre migliorabile! – è stato positivo e avete colto l’importanza di mettersi in gioco, superare la vergogna della pronuncia non perfetta come si vorrebbe. Ciò credo sia stato possibile perchè lo scopo finale è eticamente alto. AIUTARSI nello studio e CONDIVIDERE quello che si sa. Well now let’s KEEP IT UP!!
    cimy

  30. Penso che l’attività sia stata utile per ripassare alcuni concetti dello scorso anno in modo divertente, questo perché è stato concesso di scegliere un argomento a piacere e pertanto io ho potuto scegliere il mio preferito. L’attività non è stata difficile poiché l’applicazione che ho utilizzato per realizzare il video era molto user-friendly.
    Mi sono esercitata in particolare sull’intonazione giusta da tenere per esporre una presentazione e ciò mi aiuterà sicuramente in futuro per qualsiasi altro argomento!

  31. L’attività mi è stata utile per poter ripassare alcuni concetti dell’anno scorso in un modo un po’ diverso dal solito e anche divertente. Una delle cose positive di questo metodo è il fatto che puoi riascoltare la tua voce e quindi capire dove migliorare la pronuncia e l’intonazione. Utile è stata anche la successiva correzione dei vocaboli e della grammatica

Comments are closed.